fbpx

Test selezione personale: vi siete mai chiesti quali test usati nella selezione del personale sono veramente efficaci?

Test selezione personale: scopriamoli insieme

Quando un candidato viene contattato per un colloquio conoscitivo a seguito dell’invio del curriculum in risposta ad un annuncio o perché è stato trovato dall’azienda stessa sulle diverse piattaforme o su Linkedin, la prima domanda che sorge è: “quali saranno i test di selezione al colloquio?

Cerchiamo di spiegare nel dettaglio e di rispondere in modo esaustivo.

Individuare le soft skills con test selezione del personale

I test di selezione del personale vengono utilizzati ormai in ogni azienda e per ogni tipo di colloquio (anche nel colloquio individuale).

L’obiettivo di ogni azienda o agenzia di somministrazione lavoro è quello di reclutare la risorsa adatta per il ruolo professionale vacante che abbia le competenze tecniche e professionali ma anche le giuste competenze caratteriali, le cosiddette soft skills: caratteristiche attitudinali e tratti della personalità che ogni persona deve possedere per risultare adatto a svolgere diverse mansioni e ruoli professionali.

Le soft skills possono essere innate o essere apprese durante percorsi formativi e le diverse esperienze lavorative. Tra le più richieste ci sono: abilità interpersonali, le competenze informatiche e digitali, teamwork, capacità comunicative, capacità relazionali, gestione del tempo, problem solving, organizzazione del lavoro, flessibilità, creatività, affidabilità, leadership.

Test assunzione personale: cosa sono

Per individuare quali, tra le soft skills, ogni candidato possiede, durante il colloquio vengono utilizzati i test per selezione del personale.

Ma cosa sono questi test? I test per la selezione del personale sono una misurazione standardizzata ed oggettiva e, quindi, per essere efficaci devono essere attendibili e validi. Possono essere svolti in colloqui individuali come simulazioni, esercizi in basket ecc. o di gruppo come dinamiche di gruppo, role play, case study aziendali.

E’ importante chiarire che i test sono svolti da professionisti, capaci di elaborare i dati emersi e di valutare il candidato in relazione alla posizione lavorativa che andrà a svolgere (caratteristica importante per un addetto alla selezione del personale).

Le tipologie

Un test o questionario per selezione del personale può essere identificato in queste 3 categorie:

  • attitudinale: per individuare le potenzialità e le attitudini dei candidati;
  • di personalità: per comprendere la motivazione del candidato, i tratti emotivi e il suo atteggiamento anche in relazione agli altri;
  • logica: per valutare la capacità della risorsa di elaborare un pensiero ed un ragionamento, risolvere problemi e di trovare dei collegamenti causa- effetto.
  • test per valutare le effettive competenze tecniche.

Perchè le aziende o le agenzie del lavoro affiancano i test per selezione personale al colloquio?

I motivi per cui vi troverete ad affrontare con ogni probabilità test psicoattitudinali o comportamentali anche dopo aver inviato e vista accettata la vostra candidatura spontanea durante un colloquio di lavoro sono molteplici.

Valutare le conoscenze professionali è molto più facile rispetto ad individuare le sfumature caratteriali del candidato che si ha di fronte ma che risultano essere molto importanti.

Il colloquio è molto utile per valutare le competenze tecniche di un candidato ma non basta per avere un quadro completo della persona.

Molto spesso il selezionatore ha bisogno di osservare la persona da diversi punti di vista e in situazioni differenti, in questo modo riesce a farsi un’idea completa dei candidati e potrà fare una valutazione attendibile in modo da permettere all’azienda di ridurre il rischio di selezionare, formare ed inserire la risorsa sbagliata.

Un test di selezione del personale ben fatto può essere molto utile per l’organizzazione delle risorse umane in azienda ad esempio:

  • se il numero di candidati è molto elevato, si ricorre ai test per scremare;
  • per stabilire delle graduatorie;
  • avere una valutazione oggettiva e valida di più candidati e collaboratori;
  • in determinate situazioni o per specifici ruoli professionali vengono utilizzati per approfondire caratteristiche della personalità o attitudini e potenzialità di un candidato.
Hai trovato interessante questo articolo? Condividilo!