Seleziona una pagina
Condividi su:

Gestione risorse umane: la complessità del mercato del lavoro e il suo cambiamento continuo richiede professionisti di settore che riescano ad interpretare questo cambiamento e trovare soluzioni nella gestione delle risorse per la crescita e il successo dell’azienda.

Gestione risorse umane: non solo gestione del personale

La gestione delle risorse umane è un insieme di politiche volte all’inserimento e alla guida di risorse in azienda per il miglior rendimento di essa.

La gestione hr è un processo molto difficile ma tra i più importanti nella gestione aziendale in quanto vuol dire formare e mantenere un organico aziendale esperto e motivato che renda l’azienda produttiva e costituisca il vantaggio competitivo.

Gestire le risorse umane in azienda: i compiti da assolvere per farlo al meglio

I compiti principali del management risorse umane sono vari e cruciali per l’andamento di un’azienda sana che sappia reagire alle necessità del mercato: di seguito vi illustriamo alcuni punti essenziali per una corretta attività di gestione personale.

Analisi del fabbisogno aziendale e gestione risorse umane

Analisi approfondita della mansione e del profilo adatto al ruolo da ricoprire detta Job Analysis.

L’analisi del fabbisogno aziendale include, dunque, la Task Analysis ossia l’analisi approfondita delle mansioni e quindi dei compiti e di ogni attività e dettaglio utile allo svolgimento per una determinata posizione lavorativa.

La Task Description è utile per la Job Description; breve descrizione della posizione lavorativa da ricoprire che includa:

  • il nome della posizione;
  • obiettivi della posizione;
  • rapporti gerarchici della posizione;
  • compiti principali da svolgere;
  • requisiti richiesti per la posizione.

A questi dati possono essere aggiunti dei dettagli che vanno a completarla come per esempio: l’orario lavorativo, la sede dell’azienda, settore aziendale della posizione, numero di persone presenti in azienda, possibilità di carriera, abbigliamento richiesto, strumenti tecnici utilizzati.

Recruiting e talent acquisition

Individuare talenti da collocare all’interno dell’azienda in base alle informazioni reperite attraverso la Job Analysis.

Si svolge avviando una serie di processi che vanno dall’elaborazione dell’annuncio di lavoro, scelta dei canali idonei di pubblicazione, eventuali attività di scouting, screening dei curricula selezionando i candidati più in linea per arrivare alla fase finale dei colloqui di gruppo e/o individuali.

Onboarding

E’ la fase finale del processo di selezione e prevede l’inserimento iniziale in azienda del candidato scelto.

In questa fase il neodipendente acquisisce tutte le competenze, le conoscenze e gli strumenti necessari allo svolgimento della mansione per sentirsi parte integrante dell’azienda anche conoscendo e condividendo i valori dell’azienda.

In questa fase rientrano dunque, la presentazione dell’azienda nella sua totalità; i corsi sulla sicurezza, visite mediche per idoneità a lavoro, eventuali dispositivi protezione individuale.

Valutazione delle prestazioni e del potenziale

Attraverso un’analisi delle attività svolte e dei risultati ottenuti dai dipendenti è possibile capire se occorre mettere in atto dei processi di miglioramento o premiare il dipendente migliore.

Uno strumento utile per la valutazione è l’Assessment Center ossia una valutazione volta ad individuare le capacità, le competenze, le attitudini e il potenziale per svolgere un’attività lavorativa e per approfondire possibili percorsi di carriera dei dipendenti.

Quindi è uno strumento che viene utilizzato sia nella fase di selezione per valutare i candidati da inserire in azienda sia per la mappatura dei dipendenti già presenti.

Lo svolgimento dell’Assessment Center avviene attraverso degli esercizi, dei giochi e/o delle prove di gruppo o individuali in cui gli esaminatori analizzano le interazioni e i comportamenti.

Formazione e sviluppo

In base ai risultati ed ai mutamenti del mercato è necessario attivare dei corsi di miglioramento per aumentare la produttività.

Il responsabile delle risorse umane dovrà fare in modo che l’azienda abbia al suo interno personale non soltanto qualificato e formato ma costantemente aggiornato per adattarsi ai cambiamenti continui del mercato e permettere all’azienda di operare con successo.

È necessario che tutti i settori che formano l’azienda seguano corsi di formazione per la crescita professionale.

Analisi del fabbisogno del dipendente e comunicazione interna

Valutare la soddisfazione dei dipendenti all’interno dell’azienda in modo da svolgere serenamente il lavoro ed impegnarsi al massimo per raggiungere gli obiettivi aziendali.

Inoltre, il responsabile delle risorse umane ha il compito di individuare canali di comunicazione e porsi come filtro tra i dipendenti e i vertici aziendali.

Ogni azienda ha la possibilità di avere la gestione delle risorse umane in azienda o affidarsi ad una agenzia di somministrazione lavoro sollevandosi così da molti costi e responsabilità riguardanti la selezione e tutto quel che concerne il gestire risorse umane.

Condividi su: